Travel :: Un petit voyage dans le coeur, Paris-Bordeaux #1

Prima parte
 
Parigi
Se c’è una città che rapisce il cuore, quella è Parigi. L’avevo già visitata cinque anni fa, ma non me l’ero goduta appieno, sicuramente perché essendo una gita di classe si era più impegnati a far baldoria che prestare attenzione alla città. Questa volta, nonostante i soli due giorni a disposizione, ho voluto visitarla veramente. Niente musei, niente chiese (a parte due eccezioni), solo passeggiare per la città, evitare le grandi catene d’abbigliamento a favore delle boutique locali, evitare i fast food per gustare una baguette in più per strada o sedersi a un bistrot.
Parigi è grande, grandissima, ma non da l’impressione di essere una metropoli come Milano o New York, perché conserva gelosamente il suo fascino senza tempo, l’eleganza dei palazzi e dei giardini. La parte nuova della città, molto più moderna, è abbastanza lontana dal centro. Visibile, ma non troppo. Perché Parigi è eterna, ha l’allure romantico di una città che ti conquista giorno dopo giorno, è calda e accogliente.
Spero apprezzerete questa galleria di foto, non voglio spiegare nel dettaglio cosa abbiamo visitato (è palese), ma spero di trascinare anche voi nel mio viaggio. Un viaggio, questo, che non dimenticherò. 🙂
Buona visione!

Champs Elysees
In uno dei prossimi post vi parlerò della mia guida rosa allo shopping e dei negozi visitati. C’erano un sacco di Vintage Store!
Jappo stilosi
Negozio che mi attirava più dell’ape con il miele… grazie a Dio non ci sono entrata, sennò a quest’ora ero ancora là!
A volte in metropolitana si incontrano dei veri artisti… che voce!
L’unica chiesa visitata è il Sacre Coeur a Montmartre, bellissima!
Nonostante i colori sgargianti del parco, un po’ di b/n a volte ci vuole 🙂
I piccioni riescono a rendere divertente perfino la statua di Giulio Cesare e un’altra statua, i cui pensieri sembrano palesi… “nuoooo un piccione in testa nuooooo!”
Poi si incontrano servizi fotografici per chissà quale rivista… abito stupendo! *_*
L’unica mostra che ho visto è questa, curata da Olivier Saillard e in collaborazione con Swarowski. Aperta fino al 6 luglio, all’Hotel De Ville, celebra due anni di alta moda parigina, con creazioni di Coco Chanel, Vionnet, Balenciaga, Pierre Cardin, Valentino, Jean Paul Gaultier, Charles Frederick Worth, Paul Poiret, Elsa Schiapparelli e molti altri più moderni, come Thierry Mugler e Maison Martin Margiela.
Ingresso gratuito, emozioni garantite. Quante meraviglie viste!!
Le foto non erano permesse, ma sono riuscita a fare qualche scatto da mostrarvi, purtroppo però non ho i titoli di ogni creazione!
Potete leggere le recensioni e vedere qualche immagine in più cliccando su questi link:
Tailleur di Thierry Mugler (1998) a sinistra e di Carven (1951) sulla destra
Due tailleur Chanel, a sinistra quello degli anni di Coco, a destra quello progettato da Lagerfeld
John Galliano per Dior
Marie Louis Bruyère (1944), couturier che apre la sua maison nel 1928
Valentino, decorato con Swarowski a mano
Thierry Mugler
Nel bookshop non ho potuto comprare il catalogo della mostra (60€ mi sono sembrati un po’ troppi ed era troppo pesante per la valigia), ma non ho resistito all’ennesimo libro sulla moda da aggiungere alla mia libreria 🙂
Dopo due anni esatti, di nuovo assieme! *_*
La prossima parte sarà dedicata a Bordeaux.
Quanti di voi l’hanno visitata?
Un abbraccio e buona settimana!

ilariaminiussi

She's italian, she lives in London, she got red hair, she's a fashion designer but she's not a fashion blogger. She writes about her passions, she dreams about Love and she do loves travel, fashion and italian wine&food.

36 Comments

  1. Bhe direi che ti sei fatta una splendida girata. Hai fatto benissimo a visitare la mostra, non avevo idea che ci fosse. Grazie per questo mini-reportage. Io spero di tornare presto a Parigi, anche perché devo aggiornare la mia sezione guide allo shopping sul mio blog dove ho proprio un articolo dedicato allo shopping vintage di Parigi. Immagino sia stata sempre nel Marais per fare i migliori affari ^_^
    Ciao a presto,
    Alessandro – The Fashion Commentator

  2. Hai proprio ragione Parigi è una delle poche città che riesce ad incantare chi la visita e poi che la mostra Paris Couture!!

  3. meravigliaaaaa voglio andare a Parigi! ma sai che in queste grandi metropoli, nelle metro, si trovano molti talenti come dici tu, non è la prima volta che mi capita!
    baci

  4. Bellissimo questo post. Secondo me hai fatto bene a impostare la tua visita in questo modo easy, ti sei goduta di più la città vera.
    La mostra di Olivier Saillard è semplicemente imperdibile. Grazie per le foto che hai scattato di nascosto.

    Alessia
    ElectroMode

  5. brava! vedo che abbiamo la stessa filosofia di viaggio! niente musei o cose tipicamente da turisti, meglio vivere la vera Parigi! Io ho fatto così i 5 giorni che ci sono stata a febbraio <3 awwww…..mi manca!

    Love&Studs

  6. Ah, Parigi, che meraviglia sei! A me piacerebbe tanto andarci nel periodo di Natale perché dicono che in quei giorni sia romanticamente romanticissima! *-*
    Tu sempre a zonzo ultimamente, eh? Non c’è tempo speso meglio di quello per i viaggi 🙂 fai benissimo. Io mi aggiorno sui social, lo sai…ti seguo live! 😀
    N.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *